Parrocchia Sant'Antonio di Padova, Viale Trento 63900 Fermo(FM) Tel 0734/229007 Fax 0734/217143 Email checcomonti@gmail.com

Eventi della parrocchia

RITO DELLA “TRADITIO LEGIS” per il 2° TEMPO dell'Iniziazione Cristiana Domenica 8 febbraio - LA "CONSEGNA" DEI COMANDAMENTI
Da martedì 10 febbraio 2015
A sabato 28 febbraio 2015

Nella professione di fede una creatura proclama la sua fede in Dio. Pur condividendo questa fede con gli altri nella Chiesa, tale persona esprime con fermezza che la fede della Chiesa è la sua fede. Oggi la nostra comunità dona ai fanciulli il criterio e il contenuto di questa fedeltà: solo la sua Parola e la sua Legge è per noi effettiva salvezza. 

Foto testo

RITO DELLA “TRADITIO LEGIS” per il 2° TEMPO dell'Iniziazione Cristiana

Domenica 8 febbraio - LA "CONSEGNA" DEI COMANDAMENTI

 

(il Rito viene celebrato dopo la proclamazione del Vangelo, prima dell'Omelia)

1^ Catechista: Nella professione di fede una creatura proclama la sua fede in Dio. Pur condividendo questa fede con gli altri nella Chiesa, tale persona esprime con fermezza che la fede della Chiesa è la sua fede. Oggi la nostra comunità dona ai fanciulli il criterio e il contenuto di questa fedeltà: solo la sua Parola e la sua Legge è per noi effettiva salvezza. Essa è il segno del suo amore che chiede la nostra adesione gioiosa a Lui. E' la possibilità che ci viene concessa per vivere in pienezza. E' la strada che ci guiderà nell'impegno quotidiano e che dà concretezza alla nostra fede in opere di amore. All'antica Legge di Dio si aggiungerà poi la Nuova Legga di Cristo, proposta nelle Beatitudini.

 

2^ Catechista invita i fanciulli al centro dell'Assemblea, chiamandoli per nome

“Si avvicinino i piccoli, nostri fratelli chiamati a ricevere dalla Chiesa la Legge del Signore.”

 

Un Fanciullo a nome di tutti, chiede: “A nome di tutti i miei amici, nel centro del nostro cammino di Iniziazione che ci porta fino a ricevere l'Eucaristia, chiedo a te che sei il Pastore della nostra parrocchia e a tutta la comunità, di avere oggi la Parola della Legge di Dio che ci guidi per sempre in tutta la nostra esistenza.”

 

Il celebrante si rivolge loro con queste parole o con altre simili:

Carissimi: ascoltate ora le parole dell'antica Legge per mezzo della quale Dio ha salvato il popolo ebraico dal male nelle difficili situazioni della vita e dai rischi di perdersi nelle dure vicende della vita. Accogliete questa Parola e conservatela con cuore sincero.

E tutta la nostra comunità accolga questa parola in comunione con questi ragazzi.

 

Dal Libro del Levitico (cap. 19)

Il Signore disse ancora a Mosè: Parla a tutta la comunità degli Israeliti e ordina loro: Siate santi, perché io, il Signore, Dio vostro, sono santo. Ognuno rispetti sua madre e suo padre.  ...

Quando mieterete la messe della vostra terra, non mieterete fino ai margini del campo, né raccoglierete ciò che resta da spigolare della messe; ... lo lascerai per il povero e per il forestiero. Io sono il Signore, vostro Dio. Non ruberete né userete inganno o menzogna gli uni a danno degli altri.

Non opprimerai il tuo prossimo, né lo spoglierai di ciò che è suo; il salario del bracciante al tuo servizio non resti la notte presso di te fino al mattino dopo. ...

Non commetterete ingiustizia in giudizio; non tratterai con parzialità il povero, né userai preferenze verso il potente; ... Io sono il Signore.

Non coverai nel tuo cuore odio contro il tuo fratello. ... Non ti vendicherai e non serberai rancore contro i figli del tuo popolo, ma amerai il tuo prossimo come te stesso. Io sono il Signore.

Osserverete le mie leggi. ... Non praticherete alcuna sorta di divinazione o di magia. ...

Non vi rivolgete ai negromanti né agli indovini; non li consultate per non contaminarvi per mezzo loro. Io sono il Signore, vostro Dio. Alzati davanti a chi ha i capelli bianchi, onoralo e temi il tuo Dio. Io sono il Signore. Quando un forestiero dimorerà presso di voi nel vostro paese, non gli farete torto. Il forestiero dimorante fra di voi lo tratterete come colui che è nato fra di voi; tu l'amerai come tu stesso perché anche voi siete stati forestieri nel paese d'Egitto. Io sono il Signore, vostro Dio. Non commetterete ingiustizie nei giudizi, nelle misure di lunghezza, nei pesi o nelle misure di capacità. Avrete bilance giuste e pesi giusti. Osserverete dunque tutte le mie leggi e tutte le mie prescrizioni e le metterete in pratica. Io sono il Signore, vostro Dio, che vi ho fatti uscire dal paese d'Egitto. Io sono il Signore. - Parola di Dio - Rendiamo grazie a Dio

 

- Il Celebrante dice parole di esortazione e prepara a ricevere in dono, per la vita, il testo dei 10 comandamenti, sintesi mirabile del Patto dell'antica alleanza tra Dio e il suo popolo.

- Quindi dona il libro dei 10 Comandam. (o altro) e invita fanciulli e genitori a tornare ai propri posti.

HTML 5 Valid CSS
Pagina caricata in: 0.02 secondi
Powered by Simplit CMS